desideri del 5 giugno

Vorrei essere in grado di saper raccontare la fatica di questo periodo la solitudine la mancanza di ascolto e di sonno che vanno in coppia come gli innamorati il fuoridentro luoghi persone e responsabilità vorrei essere in grado di scrivere dell’odore di tiglio e gelsomino che c’è fuori dalla finestra del benessere che provo tornando a casa la sera e buttando la borsa sul letto del profondo piacere che c’è nel non rispondere ai messaggi e alle mail del fatto che avrei bisogno di piangere un chilometro e non posso delle perdite di quando non sai cosa dire di quando sembra tutto sbagliato del fatto che odio i consigli non richiesti vorrei essere in grado di raccontare di oggi della mia passeggiata di tre ore e delle cose che ho visto dei vecchi innamorati che si tenevano la mano vorrei saper raccontare la nostalgia e la rabbia e la frustrazione  e i dubbi su quale sia davvero la strada il modo per stare accanto a chi amiamo vorrei saper dire di quando ti faccio ciao dalla finestra di casa ciao e ancora e sempre ciao vorrei.

 

Annunci

2 pensieri su “desideri del 5 giugno

  1. condizionale superfluo, perchè in realtà le hai raccontate, e bene, le cose che “avresti voluto” dire.
    A dirla tutta, mi lascia sempre perplesso l’assenza di punteggiatura. Capisco che è un mezzo per far risaltare il flusso di parole, ma lo stesso risultato, secondo me, lo si ottiene già racchiudendo il brano in unico periodo, usando però le virgole per esprimere le pause della “voce”.
    ml

    Mi piace

    • Hai ragione, rileggendolo mi sembra scarno e tardoadolescenziale questo scritto. Non so, c’è stato un periodo abbastanza lungo in cui avevo talmente urgenza di scrivere che traducevo la fame di espressione in scritti in minuscolo e senza pause. C’è stato un altro periodo in cui le incertezze della vita, del lavoro, dell’amore, mi portavano a inserire molti puntini di sospensione, molto più del dovuto. Spero ora di aver raggiunto un equilibrio, nella consapevolezza che è liberatorio al massimo scrivere senza preoccuparsi di come il tutto salta fuori dalle dita.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...