pensieri brevi per giornate lunghe

attraversare mille anime in mezz’ora di metro.
con lo zaino con Casi di Daniil Charms dentro da leggere alla bisogna.
pensieri brevi per giornate lunghe:
come arrivo alla fermata del tram?
che cosa vuoi andare a vedere al cinema stasera?
domenica allora andiamo a teatro?
devo trovare un lavoro più stabile.
voglio viaggiare di più.
mi manca la mia bicicletta. pensare che è sineddoche per una serie di luoghi e tempi.
attraversare il parco del cinquantenario a piedi con l’aria dell’autunno sulla faccia e desiderare una sciarpa.
guardare il tramonto arancione sul canale e l’alba rosa dalla finestra della camera da letto.
arrabbiarsi per niente
e amarsi con poco.

Tutti i giorni così

Questi sono i momenti che mi piacciono di più di tutta la giornata.
La luce radente, il rumore di te che sfogli le pagine e poi scrivi. Che ogni tanto borbotti e ti accarezzi i capelli. Parli da solo per dare un ordine ai pensieri. E di tanto in tanto alziamo lo sguardo e ci sorridiamo, ci facciamo domande e ci rimbalziamo informazioni. Casa, il nostro micro laboratorio, il nostro ufficio tra divano e tavolo della cucina.
Tutti i giorni così, con la luce radente, il silenzio della nostra via poco trafficata, il ticchettio dei tasti.
Sto diventando crepuscolare, sarà l’età.